Taijiquan - Zen - Meditazione

Lo stile Chen è la forma più antica del Taijiquan, l’arte cinese basata su principi filosofici millenari. Consiste nell’alternanza di movimenti lenti e veloci, che consentono di portare l’armonia e la fluidità all’interno dell'individuo, di far scaturire la forza dalla morbidezza e dal rilassamento, non dalla tensione e dallo sforzo, per divenire “radicati come una montagna, fluidi come l’acqua”.

 

ASD Chenjiagou Taiji Academy Italy promuove lo studio e la pratica del Taiji stile Chen. L'associazione è legata alla scuola di Chenjiagou del Maestro Chen Bing. Nei corsi si insegnano il Qigong, le forme tradizionali a mani nude e con le armi e gli esercizi a coppia del tuishou. Si propone anche la pratica dello zen rinzai che permette, tra l’altro, di integrare gli aspetti sportivi con la pratica interiore meditativa.

 

Responsabile tecnico

Eugenio Tufino, laureato in fisica, pratica il Taijiquan dello stile Chen dal 1995, discepolo del Maestro Chen Bing della famiglia Chen, ha perfezionato la sua pratica andando più volte in Cina. Ha conseguito il quarto duan della Chinese Wushu Association. Insieme con il Taiji, è praticante e insegnante di meditazione zen rinzai.

 

 Zen è un termine giapponese che deriva dal cinese "ch'an"  che significa "meditazione”. Lo zen è una scuola buddista che nasce dall'esperienza del Buddha Shakyamuni che, 2500 anni fa, seduto nella postura di zazen, ha realizzato il completo "risveglio".L'illuminazione di cui si parla spesso nello zen è il "semplice risvegliarsi alla realtà".

 La scuola Rinzai dello zen fu introdotta in Giappone nel XIII secolo ed è quella che ha influenzato maggiormente la cultura giapponese (ad esempio grandi samurai come Miyamoto Musashi e Tesshu Yamaoka furono praticanti di zen Rinzai). I pilastri della pratica dello zen Rinzai sono lo zazen e ilkoan. Zazen: meditazione a gambe incrociate. In zazen si porta l'attenzione sul proprio respiro, per divenire uno con il respiro dell'universo, al fine di realizzare di non essere un sé fisso e nemmeno permanente.

Koan: la pratica del koan è una delle caratteristica della scuola Rinzai. Koan significa letteralmente “caso pubblico”, si tratta di domande paradossali  che il Maestro dà al discepolo ed hanno lo scopo di renderlo capace di vivere l'arte della vita. L'allievo è tenuto a rispondere verbalmente o con un'azione. Può gridare, rappresentare, sussurrare. Un esempio di koan è: "Qual era il tuo volto prima della nascita di tuo padre e di tua madre?"  

ORARIO CORSI

MERCOLEDI'

ore 19.45-20.45 Rilassarsi e centrarsi con il Taiji: Fondamentali e Forma 13 del Maestro Chen Bing

ore 20.45-21.45 Fondamentali e Forma Laojia yilu (avanzati)

                        * Zen (gli incontri alternano periodi di Zazen - meditazione seduta - con periodi                                            di Kinhin - meditazione camminando)

                        * Pratica supplementare (tre volte al mese, tranne quando c’è zen)

 

presso ASD Yama Karate Club - via G.Pezzi, 4 - Milano

 Per informazioni: 347 7816945   - www.chentaiji.it