Educare con il Karate

INTERVISTA A YURI SHIRAI

http://www.cheforte.it/sport-e-bambini/blog.html   KARATE: E’ uno sport adatto a tutti i bambini? A che età si può cominciare?

 

CheForte! intervista Yuri Francesca Shirai, mamma di due bellissime bimbe, Campionessa Europea per 5 anni e 4 volte Campionessa del Mondo (ultima gara, Canada nel 2006)

"Ogni giorno, un numero cospicuo di piccoli "samurai" si accinge a raggiungere la Yama, Scuola di Karate Tradizionale.

Loro, senza quasi rendersene conto, sono la base della "nostra montagna": rappresentano ciò che noi insegnamo e avranno il compito di comportarsi in modo corretto, rispettando i valori acquisiti anche al di fuori della palestra.

Alcuni di loro, in un futuro poco lontano, potranno essere i portacolori della nostra nazionale azzura ma, ancora inconsapevoli di questo, sono oggi prima di tutto semplici amici".

E' così che la Maestra Yuri Shirai vede tutti i piccoli karateka della Yama.


 

Mamma&Lavoro Intervista Yuri Shirai

Quali sono i benefici per i bambini nel praticare il Karate? 

Poichè il Karate è un'arte marziale, non si hanno solo dei benefici fisici ma anche dei benefici mentali ed educativi. Mi spiego meglio:  

 1) benefici fisici: tramite il Karate si ottiene lo sviluppo e l’ampliamento delle capacità motorie, fino al raggiungimento di sequenze motorie semplici e poi sempre più complesse. Gli esercizi ripetuti, come l’esecuzione ripetuta di un kata o di un gesto tecnico (es. oizuchi), sviluppa e trasforma le capacità motorie del bambino in una vera e propria “abilità”. Nel nostro dojo, i bambini di età dai 4 ai 6 anni hanno un allenamento focalizzato alla padronanza graduale di schemi motori di base, come camminare, correre, saltare, … Dai 7 anni fino all’adolescenza, si sviluppa la coordinazione che, nel Karate, diventa capacità fondamentale per l’abbinamento di movimenti contemporanei di arti superiori e arti inferiori. Successivamente a tale sviluppo, si procede con il rafforzamento ed il potenziamento del corpo. 

 2) benefici mentali: sono inscindibili dalla pratica del Karate. Non basta infatti imitare il maestro (cosa che avviene nella prima fase dell’apprendimento), ma bisogna aumentare l’attenzione e la conoscenza del proprio corpo e della tecnica da imparare. Questo binomio, MOTRICITA’ E ATTENZIONE, può aiutare molto i bambini che iniziano la scuola primaria. Il Karate, infatti, può insegnare loro a focalizzarsi per raggiungere gli obiettivi prefissati. 

 

Intervista al Maestro Shirai